Lavoro e maternità

Essere una mamma lavoratrice significa  raggiungere la sede del lavoro con un nodo allo stomaco e il cuore che batte un po’ più forte. Si lavora con tanta energia tra la voglia di scappare e il bisogno di garantire il futuro a quel pezzo di cuore che con le ali, così piccolo, già conquista il mondo. Ti sembra incredibile che tu non stia con lui a goderti ogni sorriso, che non sia tu a cambiare quel pannolone puzzolente. Corri in bagno, piangi e sorridi. Rendi tanto e ottimizzi il tuo lavoro. Parli del suo primo dentino a chiunque, fin quando ti accorgi che è un evento che non entusiasma proprio tutti. Sei pronta a mostrare la foto del tuo bambino che ormai hai pubblicato ovunque. Vorresti tornare a casa. Ti isoli. Poi lavori ancora con grinta per distrarti. Poi sei felice perché quel sorriso sdentato ti accoglierà a casa. Ti guardi intorno e rivedi tutto con occhi diversi. La maternità ti ha cambiata, ti senti ricca e forte. Vedi la bellezza ovunque. La felicità esiste. La felicità è il tuo bambino che correndo come una papera ti aspetta dietro la porta di casa, ti abbraccia e ti balbetta frasi senza senso che solo tu sai interpretare. La felicità è il calore della tua famiglia.Anche se tutto questo sembra una esagerazione incomprensibile, questi sono stati i miei pensieri e le mie emozioni quando sono rientrata a lavoro dopo la maternità. Siate forti donne. Non mollate. Non rinunciate. Soffrite con amore. Fate tutto con amore.

Sorgente: Lavoro e maternità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...